UP Umana Persone | Zelig Sociale | Il mercato si apre a una pluralità di soggetti
18330
single,single-post,postid-18330,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Zelig Sociale | Il mercato si apre a una pluralità di soggetti

pennelli 2

22 Mag Zelig Sociale | Il mercato si apre a una pluralità di soggetti

Incremento del ricorso alle concessioni, cofinanziamento, apertura del mercato a una pluralità di soggetti. Sono alcune delle tendenze delineate da Paola Ceccherini, referente Progettazione per la cooperativa Zelig Sociale, quando le chiediamo come stanno cambiando le modalità di acquisire beni e servizi da parte della Pubblica Amministrazione presso la cooperazione sociale.

“Il ricorso alle concessioni, laddove prima il servizio veniva affidato su appalto, è una tendenza che sta emergendo anche nel settore dei nidi – osserva Ceccherini – Per una cooperativa la concessione in toto di una struttura rappresenta un impegno significativo, senza dubbio è un investimento che va soppesato”.

Un altro elemento riscontrato da Ceccherini è un incremento dei progetti in cui è richiesto un cofinanziamento dal privato sociale quando si tratta di bandi di lieve entità.

Inoltre “alcuni bandi a cui prima partecipavano le sole cooperative sociali, sono stati adesso ‘aperti’ anche alla partecipazione di altre tipologie di soggetti, cooperative non sociali associazioni e così via. Questa apertura è finalizzata da parte dell’ente pubblico a recepire la miglior offerta possibile, ma in alcuni casi rischia di mettere in difficoltà le cooperative sociali”.